I ministri straordinari della comunione eucaristica a malati o anziani nelle loro case e ai fedeli durante la celebrazione della messa. Visitando i malati o gli anziani e portando loro l’Eucaristia e la Parola essi manifestano l’attenzione dei pastori e l’amore della comunità ai fratelli sofferenti che non possono frequentare la chiesa. Questo ministero sia promosso e diffuso in tutte le parrocchie. Può essere conferito, dall’Ordinario diocesano, a uomini e donne, religiosi o laici, dopo adeguata preparazione, su proposta del parroco o del cappellano d’ospedale o casa di cura, secondo specifiche norme diocesane. Questi stessi ministri possono essere incaricati di distribuire la Comunione durante la messa in caso di assenza o impedimento di presbiteri o diaconi e allo scopo di contenere la distribuzione dell’Eucaristia in tempi ragionevoli. Se essi non fossero presenti o non bastassero, è possibile, secondo le apposite indicazioni diocesane, incaricare ad actum un fedele adulto, uomo o donna; in tali circostanze, il presidente usi il rito di benedizione previsto nel messale. Questo gruppo è formato da 20 persone. Il responsabile è don Giovanni.  [→Contatti]cena_emmaus_rembrandt