Giubileo dei ragazzi

pubblicato in: Eventi oratorio | 0

giubileoRagazzi

Il programma delle tre giornate si articola attorno a quattro momenti principali, tra i quali una grande festa allo Stadio Olimpico il sabato sera.

PELLEGRINAGGIO ALLA PORTA SANTA E SACRAMENTO DELLA RICONCILIAZIONE

Il pellegrinaggio ha inizio con la preparazione alla confessione, che potrà avvenire presso le tre chiese giubilari (San Salvatore in Lauro, Santa Maria in Vallicella e San Giovanni Battista dei Fiorentini) nella mattina di sabato 23 aprile – ma ogni gruppo sarà libero di organizzare la propria preparazione alla confessione, eventualmente anche svolgendola nel corso del viaggio fino a Roma. Per tutta la giornata di sabato i ragazzi seguiranno il percorso riservato dei pellegrini che parte da Castel Sant’Angelo e percorre tutta via della Conciliazione fino a Piazza San Pietro. Qui, all’interno del Colonnato, saranno presenti numerosi sacerdoti disponibili per le confessioni (in diverse lingue). Terminate le confessioni, i gruppi potranno finalmente attraversare la Porta Santa e, seguendo il percorso all’interno della Basilica, giungere sulla Tomba di Pietro per la professione di fede e le altre preghiere per l’indulgenza giubilare.

LA FESTA DEI RAGAZZI ALLO STADIO

Dopo il pellegrinaggio, tutti i ragazzi si incammineranno verso lo Stadio Olimpico per la grande festa dei ragazzi. Già solo la folla festante che si metterà in marcia da San Pietro e dal Centro storico di Roma verso lo stadio darà impulso ad un “risveglio” della città, chiamata ad aver cura ed accompagnare i giovani, i loro sogni e le loro speranze. Il programma della festa, organizzata con la collaborazione di TV2000, comprende le esibizioni di artisti di primo piano e di sicuro richiamo per gli adolescenti. Hanno già confermato la loro partecipazione: Francesca Michielin, Rocco Hunt, Debora Iurato, Giovanni Caccamo, Moreno, Benji e Fede, Shari, Dear Jack, Lorenzo Fragola e la squadra di acrobati e ballerini di Manolo Casalino. A condurre la serata sarà Alessia Marcuzzi. Anche questo momento manterrà una nota educativa, ma senza nulla togliere alla godibilità della festa: alcune testimonianze di grande spessore aiuteranno i ragazzi a mettere a fuoco quali sono i grandi obiettivi per cui spendere la propria vita.

LA MESSA CON PAPA FRANCESCO

La mattina di domenica 24 aprile, alle 10.00, i ragazzi e le ragazze si stringeranno attorno a Papa Francesco per celebrare la Santa Messa in Piazza San Pietro.

LE TENDE DELLA MISERICORDIA

Durante i tre giorni, da sabato 23 a lunedì 25 – sfruttando anche la festa nazionale del 25 aprile – sette piazze nel Centro di Roma ospiteranno sette tende delle testimonianze. Presso le tende i ragazzi incontreranno testimoni di varie associazioni che racconteranno la propria esperienza concreta nelle opere di misericordia, e saranno invitati a lasciare anche loro un segno rispetto a quel tipo di esperienza.