Gesù è la misericordia del Padre

pubblicato in: Eventi | 0

Gesù è la misericordia del Padre

Un sussidio per vivere l’anno giubilare pregando i Vangeli della Misericordia

Con la celebrazione della Giornata Giubilare che la nostra comunità vivrà Domenica 24 Gennaio alla presenza di Mons. Pino Marelli Incaricato diocesano per il Giubileo della Misericordia, distribuiremo per la preghiera in famiglia un sussidio che aiuti nella lettura di alcune pagine del Vangelo della Misericordia.

Così si introduce il libretto:

C’è un metodo per essere misericordiosi che papa Francesco non smette di indicare. Non è difficile da scovare né complicato da mettere in pratica. È il metodo del Vangelo. Con il Vangelo in mano bisogna camminare, perché questa è la fatica dei pellegrini veri. E il Papa sul cammino ha insistito. Fatica e gioia da mettere in fila per comprendere il Vangelo. Senza l’una non c’è l’altra. La fatica è importante per evitare sentimentalismi sdolcinati sull’amore che tutto può e sull’abbandono a uno spiritualismo astratto. La Parola di Dio ha bisogno delle gambe degli uomini e delle donne per poter correre libera e servire il mondo. Così papa Francesco ai giovani continua a chiedere coraggio e di andare avanti. Invita a guardare a Gesù non come

un santone guaritore, ma riconoscere che in lui agisce “la potenza misericordiosa di Dio” La misericordia si nutre di quella Parola che illumina coscienze personali operose. Il Giubileo che vuole papa Francesco serve per disseppellirla dal cumulo di abitudini e di consuetudini in cui l’abbiamo costretta, cattive abitudini che tolgono energia al Vangelo della misericordia. Saranno le pagine del Vangelo che parlano di Misericordia a guidarci alla porta santa del Giubileo. Una breve riflessione accompagnata da alcune domande, permetteranno il confronto e il dialogo in famiglia, in un contesto di preghiera.

E ora parti, per essere un pellegrino con il Vangelo in mano, col desiderio di aprire le tante Porte della misericordia che il Signore mette sul tuo cammino. Il tuo cuore che si è lasciato toccare dalla Buona Notizia sarà testimone che il nostro Dio non smette mai di fare il “Dio” e che come un segugio ostinato ci segue e ci stana anche quando svoltiamo gli angoli della vita.

Camminiamo con te!

don Angelo, don Stefano, don Aldo, don Pasquale

 giubilemisericordia1