TESORI DI TUSCIA … TERRA DEI PAPI

7 – 11 OTTOBRE 2019 (5 giorni/4 notti)

1° giorno – Lunedì 7 Ottobre:

CONCOREZZO – VITERBO: “LA CITTA’ DEI PAPI”

Ritrovo dei Partecipanti in Via De Capitani (sotto il campanile) e partenza con pullman GT per Viterbo. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere e pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita guidata della città di Viterbo, nota come la “Città dei Papi” ma anche “delle Belle Donne e delle Belle Fontane”, che conserva un ricco patrimonio storico-artistico. Si ammireranno le più belle piazze della Città e il Quartiere Medievale di San Pellegrino, che conserva gli originali profferli del XII-XIII sec.  Rientro in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno – Martedì 8 Ottobre:                                                                                                     

VITERBO – CAPRAROLA – RISERVA NATURALE DEL LAGO DI VICO – SANTUARIO DELLA MADONNA DELLA QUERCIA – VITERBO

Prima colazione in hotel. Al mattino si raggiunge Caprarola: incontro con la guida e visita all’imponente Palazzo Farnese del XVI sec., considerata la più grande opera del tardo Rinascimento Italiano mai realizzata, a cui lavorarono i più insigni maestri italiani della metà del ’500. Passeggiata nel monumentale parco con giardini all’italiana. Al termine si percorrerà a piedi un tratto della famosa “via dritta” che attraversa il paese creando un grande effetto scenografico di arrivo trionfale al Palazzo, che dall’alto domina tutto il bel borgo. Un esempio unico nel suo genere di urbanistica del 1500, che ha portato il Borgo di Caprarola a far parte dei 20 Borghi più Belli d’Italia. Pranzo in ristorante con menù tipico. Al termine, si proseguirà per un giro lago in bus, costeggiando la Riserva Naturale del Lago di Vico, considerato uno dei laghi più belli e romantici d’Europa, il lago italiano più alto sul livello del mare. Al termine possibilità di degustazione di dolci tipici alle nocciole, di cui il territorio è tra i più importanti produttori d’Italia. Proseguimento per il Santuario della Madonna della Quercia, progettato da Giuliano Sangallo, che conserva preziose opere come le Terrecotte di Andrea dalla Robbia e il tempietto marmoreo che custodisce un’Antica Quercia del 1400 con sopra, ancora incastonata, una semplice tegola su cui è dipinta la miracolosa immagine della Madonna col Bambino. Celebrazione della Santa Messa. Al termine delle visite rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

3° giorno – Mercoledì 9 Ottobre:                                                                                                 

VITERBO – TUSCANIA – TARQUINIA – VITERBO

Prima colazione in hotel. Al mattino visita guidata di Tuscania, situata su un ripiano di tufo all’inizio della Maremma Viterbese. Qui si trovano resti risalenti al periodo etrusco e romano, ma soprattutto le splendide chiese romaniche di San Pietro e Santa Maria Maggiore, i monumenti romanici più significativi del Viterbese. Non si può però lasciare Tuscania senza aver passeggiato nel centro storico protetto dalle mura in tufo. È infatti un vero e proprio quartiere-museo. Pranzo in agriturismo. Nel pomeriggio si raggiunge Tarquinia. Visita della Necropoli, dichiarata dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità” per la presenza di un eccezionale ciclo monumentale di tombe dipinte, definito come “la prima pagina della grande pittura italiana”. Al termine tempo libero per passeggiare nel bellissimo centro storico ricco di botteghe artigiane. Quindi rientro in hotel a Viterbo. Cena e pernottamento.

4° giorno – Giovedì 10 Ottobre:                                                                                                   

VITERBO – CIVITA DI BAGNOREGIO – BOLSENA – VITERBO

Prima colazione in hotel. Al mattino si raggiunge Civita di Bagnoregio, nota come “la città che muore”: luogo di struggente bellezza posto su un’isolata massa tufacea nel mezzo della Valle dei Calanchi e collegato al mondo da una stretta passerella. “Andare a Civita è come intraprendere un viaggio a ritroso nel tempo, dove tutto si è fermato”. Salita con i pulmini all’antico abitato da cui si domina uno dei panorami più suggestivi sulle famose “crete”. Visita al Duomo, al luogo della casa natale di San   Bonaventura e al solitario e silenzioso borgo, testimonianza della civiltà etrusca. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio si prosegue per il pittoresco centro storico di Bolsena, visita alla Chiesa di Santa Cristina del IV sec., alla Grotta della Santa che conserva la pietra con la sua impronta e alla Cappella del Miracolo. Celebrazione della Santa Messa. Al termine della visita tempo libero per visitare le botteghe artigiane della città. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

5° giorno – Venerdì 11 Ottobre:                                                                                                   

VITERBO – BOMARZO – VILLA LANTE A BAGNAIA – CONCOREZZO

Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Bomarzo: visita al famoso Parco dei Mostri voluto da Vicinio Orsini nella metà del ‘500, per stupire e meravigliare chiunque vi entrasse. Al termine, si proseguirà per Bagnaia che fu per lungo tempo luogo di villeggiatura di nobili signori e di importanti prelati. Visita di Villa Lante, voluta dal Card. Giovanni Francesco Gambara su disegno del Vignola, splendido esempio di residenza cinquecentesca, arricchita dai meravigliosi Giardini all’Italiana con fontane e giochi d’acqua. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per il viaggio di rientro, con arrivo previsto in serata.

Iscrizioni in segreteria parrocchiale