VIAGGIO IN ARMENIA E GEORGIA

nel Caucaso Cristiano

dal 23 Aprile al 1° Maggio 2018

(9 giorni/8 notti) Volo Aeroflot su Milano Erevan – Tbilisi Milano

I posti sono 52 nel caso di informazioni da richiedere, rivolgersi alla segreteria parrocchiale dalle 9,30 alle 11,30

Iscrizioni fino ad esaurimento posti e non oltre il 19 Gennaio 2018

per la presentazione e info clicca sulla foto

Si tratta di un itinerario affascinante nei due paesi cristiani del Caucaso attraverso aspri paesaggi e verdi vallate, dove sorsero grandi monasteri rupestri e imponenti cattedrali del primo periodo cristiano, si tratta di incontrare e conoscere un popolo e di assaporarne l’anima.

In Armenia i  paesaggi naturali sono di estrema bellezza; ci fermeremo a meditare sulle pendici di un alto monte sul quale è arroccato un antico monastero… testimone di una tradizione religiosa cristiana e di una fede incrollabile, motivo di unione indissolubile per il popolo armeno, che ama la propria Terra in modo viscerale. Infatti l’Armenia è “la Terra di Haik”, discendente di Noè, raccolta attorno al Monte Ararat di biblica memoria, affascinante e ricca per la sua lunga e complessa storia. E’ la terra della fede cristiana, la prima nazione al mondo ad aver adottato il Cristianesimo come religione ufficiale nel 301 d.C., prima ancora dell’Impero romano grazie all’opera di S. Gregorio Illuminatore. La Chiesa Apostolica Armena ha mantenuto la sua fedeltà al Cristianesimo attraverso i secoli. Qui antichi luoghi di preghiera e meraviglie architettoniche sembrano divenire una sola cosa con i paesaggi naturali ed il cielo, edifici di luce dove si respirano secoli di vita contemplativa, nella terra che accolse il cristianesimo degli inizi.

La Georgia caucasica è uno stato ancora poco conosciuto ai più, ritornato indipendente dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica a fine anni ’80. La sua posizione tra la Russia, la Turchia ed il vicino Iran ne ha fatto un punto di passaggio obbligato sia per i mercanti che percorrevano la Via della Seta sia per i vari eserciti che hanno scorrazzato tra Asia , Europa e Medio Oriente.

I georgiani sono riusciti a mantenere molte loro tradizioni – la religione e la lingua tra tutte – e la loro cultura. Per molti geografi e cartografi inoltre la Georgia è il confine tra l’Europa e l’Asia : chi la mette con l’una, chi con l’altra…. In Georgia poi sono ambientati alcuni tra i miti più noti dell’antichità : questa è la terra del vello d’oro con la leggenda di Giasone e degli Argonauti , ma anche la patria di Medea e qui Prometeo venne incatenato dagli Dei per aver rubato loro il fuoco ed averlo poi donato agli uomini.