Nel proporre questo percorso per le giovani coppie, la nostra comunità intende rispondere a tre esigenze legate al cammino iniziale della loro esperienza coniugale:
• offrire un’occasione perché all’interno della coppia sia tenuto vivo il dialogo come elemento vivificante e capace di custodire la freschezza della relazione;
• offrire un cammino su misura, per giovani coppie, che le faccia sentire meno sole e nel contempo inserite in un cammino di Chiesa, aperto al mondo, alimentato dalla fede nel Signore Gesù. L’amicizia che cresce, impegnerà in una seria condivisione di vita e di fede con le altre coppie;
• offrire luoghi di confronto e preghiera negli spazi dell’oratorio.
Sarà questa, quindi, una della tante occasioni in cui i giovani sposi si sentono accolti ed in parte anche protagonisti del cammino della Comunità.

LUOGO In Oratorio San Luigi (Via Manzoni, 26)

TEMPI Alla domenica pomeriggio al termine delle attività coi ragazzi secondo lo schema seguente:
Ore 17,15 Ritrovo e Preghiera introdotta da don Angelo
Ore 17,45 Divisione nei gruppi (al momento visto l’alto numero di partecipanti i gruppi sono 5, con sei coppie per ogni gruppo) e confronto sulla base delle schede predisposte
Ore 19,15 Ritrovo e preghiera insieme

Ore 19,30 Cena insieme (L’oratorio offre il primo piatto il secondo è in condivisione)

Se vuoi unirti a noi per questo cammino: segnala la tua partecipazione a [email protected]

DATE
Domenica 25 Febbraio 2018
Per la preghiera: Dalla Lettera ai Romani 12, 1-2.9-13 (Un Cammino di ricerca)
1Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, ad offrire i vostri corpi come sacrificio vivente, santo e gradito a Dio; è questo il vostro culto spirituale. 2Non conformatevi alla mentalità di questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente, per poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto.
9La carità non abbia finzioni: fuggite il male con orrore, attaccatevi al bene;10amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno, gareggiate nello stimarvi a vicenda. 11Non siate pigri nello zelo; siate invece ferventi nello spirito, servite il Signore. 12Siate lieti nella speranza, forti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera, 13solleciti per le necessità dei fratelli, premurosi nell’ospitalità.
Scheda num 1 “Noi … la famiglia ideale … il nostro cammino di crescita”

Domenica 15 Aprile 2018
Per la preghiera: dalla Prima Lettera ai Corinti 13, 4-7 (Dio ama così…)
4La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, 5non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto,6non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità.7Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
Scheda num 2 “Il Bacio (portare alla bocca), ovvero condividere tutto”

Domenica 13 Maggio 2018
Per la preghiera: dalla Lettera agli Efesini 5, 21-32 (come Cristo…)
21Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo. 22Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; 23il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. 24E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto. 25E voi, mariti, amate le vostre mogli, come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei,26per renderla santa, purificandola per mezzo del lavacro dell’acqua accompagnato dalla parola, 27al fine di farsi comparire davanti la sua Chiesa tutta gloriosa, senza macchia né ruga o alcunchè di simile, ma santa e immacolata. 28Così anche i mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo, perché chi ama la propria moglie ama se stesso.29Nessuno mai infatti ha preso in odio la propria carne; al contrario la nutre e la cura, come fa Cristo con la Chiesa,30poiché siamo membra del suo corpo. 31Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua donna e i due formeranno una carne sola. 32Questo mistero è grande; lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa!
Scheda num 3 “L’Amore supera la forza di gravità … Dio cosa c’entra?”

Domenica 17 Giugno 2018
Per la preghiera: dal Libro della Genesi 12, 1-4 (Vattene dalla casa di tuo padre)
1Il Signore disse ad Abram:
«Vàttene dal tuo paese, dalla tua patria
e dalla casa di tuo padre,
verso il paese che io ti indicherò.
2Farò di te un grande popolo
e ti benedirò,
renderò grande il tuo nome
e diventerai una benedizione.
3Benedirò coloro che ti benediranno
e coloro che ti malediranno maledirò
e in te si diranno benedette
tutte le famiglie della terra».
4Allora Abram partì, come gli aveva ordinato il Signore, e con lui partì Lot. Abram aveva settantacinque anni quando lasciò Carran.
Scheda num 4 “Due cuori e una capanna … e mamma e papà e il mondo?”